Le terrificanti avventure di Sabrina


Come anticipato su Instagram ho avuto modo di guardare "Le Terrificanti Avventure Di Sabrina" ed ecco cosa ne penso...



Come tutti quelli che superano i quindici anni vi diranno: questa serie non ha nulla a che fare con la sitcom "Sabrina vita da strega" che negli anni '90 divenne un cult della televisione pomeridiana.

Questa nuova versione si presenta come un intelligente tributo al cinema horror classico ma restando comunque legato ai temi da teen drama.
Sabrina è un personaggio diviso tra il lato dark e magico e quello più divertente e umano, qui particolarmente incline alle tematiche femministe e la lotta al bullismo (temi sempre di richiamo ma che nel contesto mi sono sembrati troppo forzati dalla cronaca recente).

Il personaggio di Salem rappresenta al meglio la traccia data da questa serie: non più un gatto parlante (messo in scena negli anni '90 con un animatronic con movimenti visibilmente meccanici della bocca), ma un vero "famiglio" silenzioso e quasi invisibile. Scelta che ho trovato ovvia visto che un gatto parlante in un contesto dark sarebbe stato alquanto fuori luogo... Fatevene una ragione.

Quindi un giudizio positivo sempre inquadrando la serie in una dark comedy per tutti. Non è un vero e proprio horror ma vedere un personaggio che muore e risorge (!) già dopo i primi dieci minuti e questo fa promettere bene per il resto della serie (che avrà una seconda stagione di altri dieci episodi subito confermata). Visivamente è ben strutturata usando dei colori ripresi dagli horror classici e un curioso uso del fisheye ad enfatizzare il tono dark di alcune inquadrature.

Anche tu aspettavi di vedere "Le Terrificanti Avventure Di Sabrina"? Nei prossimi giorni mi piacerebbe farne una maratona in due serate alla Gilda degli Artisti, se questo ti interessa e vuoi partecipare contatta la Gilda tramite www.gildaartisti.org!
      [31/10/18]


>




BackEdit